Aurora Gagliardo (Palermo – Don Bosco Ranchibile)

Il 14 gennaio 2021 si è conclusa la mia esperienza di Servizio Civile Universale nell’Istituto Salesiano Don Bosco Villa Ranchibile (Palermo): è stato un anno lungo, intenso e faticoso a causa dell’Emergenza sanitaria da COVID 19, un anno che allo stesso tempo mi ha offerto la possibilità di mettermi in gioco nell’ambito educativo e di sperimentare un percorso di crescita e di maturazione non soltanto professionale, ma anche individuale. 

Più precisamente, il SCU ha simboleggiato qualcosa di ben più profondo e intimo di una semplice ‘avventura’ lavorativa: ritengo infatti che, tale esperienza abbia rappresentato per me, un vero e proprio ‘ritorno a casa’, in quegli ambienti familiari e accoglienti della mia adolescenza (come la scuola dove ho conseguito la maturità o l’oratorio in cui ho vissuto moltissime esperienze formative) dai quali, a causa degli impegni universitari, mi sono allontanata per diversi anni. 

Non è stato un anno semplice, poiché improvvisamente ci siamo trovati a vivere una situazione del tutto nuova: gli oratori, le classi si sono svuotate, sono venute meno le occasioni di socializzazione e di gioco tra i ragazzi, a causa di un nemico ancora sconosciuto ed insidioso che ha repentinamente modificato le nostre vite, riducendo tutto nello spazio confinato delle proprie abitazioni.  

Io e gli altri volontari, ci siamo dedicati prevalentemente all’attività del doposcuola, sia in presenza sia in modalità a distanza, grazie alle tecnologie come computer, smartphone e tablet che ci hanno consentito di portare avanti i nostri obiettivi, come quello di favorire il successo scolastico mediante misure didattiche di supporto, aumentando la percezione di autostima dei ragazzi e incrementando gli interventi personalizzati per gli alunni con DSA. Nei mesi estivi inoltre, ci siamo occupati della preparazione del GREST, soprannominato Salvaestate, che si è svolto con un numero ridotto di iscritti e adottando tutte le misure di prevenzione e di distanziamento adeguate al fine di offrire ai ragazzi, nonostante il drammatico momento storico, occasioni ludiche e di svago, responsabilizzandoli, al contempo, al rispetto delle regole. 

L’esperienza da poco conclusa mi ha consentito di sviluppare capacità e competenze e di maturare la consapevolezza della mia passione nei riguardi di un ambito tanto complesso quanto stimolante, come quello educativo. Come affermava Don Bosco, compito di un educatore è quello di trovare in ogni ragazzo ‘quella corda sensibile e farla vibrare’, non soltanto trasferendo nozioni, ma anche stimolando, incoraggiando, tirando fuori le potenzialità, le attitudini, le possibilità espressive di ogni giovane, nel rispetto delle loro singolarità.

Sono davvero felice di aver offerto, grazie al SCU, un piccolo contributo e di aver aiutato qualcuno in un momento così difficile e problematico come quello che stiamo vivendo: non c’è cosa più bella del sentirsi davvero utile per i ragazzi, ed un ‘grazie’ o i sorrisi sui loro volti, ci fanno capire quanto prezioso possa essere, per loro, il nostro aiuto.

Testimonianza di Myriam

Una delle nostre volontarie di Servizio Civile Myriam Falanga, presso la sede dei Salesiani San Matteo Giostra a Messina, ha rilasciato una testimonianza durante il XV Incontro Nazionale dei Giovani in Servizio Civile promosso dal TESC (Tavolo Ecclesiale sul servizio Civile). Uno splendido racconto dove si è sottolineato la bellezza di lavorare insieme al servizio dei più piccoli, seppur in un tempo particolare quello del lockdown di marzo 2020.

Si comunica la conclusione delle selezioni dei progetti afferenti alla Regione Sicilia dell’Ente Salesiani per il Sociale APS

Si comunica che in data odierna 9 marzo 2021 si sono concluse le selezioni dei progetti afferenti alla Regione Sicilia dell’Ente Salesiani per il Sociale APS.

Ogni candidato tramite l’email della “Ricevuta della domanda di partecipazione al Servizio Civile” ha trovato scritto che “Per conoscere la data delle selezioni consulta il sito www.salesianiperilsociale.it“. 
In pieno rispetto dell’art. 5 del bando (Procedure Selettive) i calendari sono stati pubblicati 10 gg prima dell’avvio delle selezioni (1 marzo) sia sul sito www.salesianiperilsociale.it ed anche sul sito www.scusalesianisicilia.it.
Come recita lo stesso art. 5 “La pubblicazione del calendario ha valore di notifica della convocazione a tutti gli effetti di legge e il candidato che, pur avendo inoltrato la domanda, non si presenta al colloquio nei giorni stabiliti, senza giustificato motivo, è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura.”
Solo per chi ha concluso le procedure di selezione informiamo che le graduatorie provvisorie contenenti gli esiti delle selezioni saranno pubblicate entro il 6 Aprile 2021 esclusivamente sui siti https://www.salesianiperilsociale.it/ e www.scusalesianisicilia.it.
I candidati non potranno di conseguenza venire a conoscenza degli esiti delle selezioni prima degli inizi di Aprile.
Vi invitiamo a restare aggiornati seguendo i nostri siti.

Prorogata alle ore 14:00 del 17 febbraio 2021 la scadenza per la presentazione delle domande

In considerazione dei numerosissimi contemporanei accessi alla piattaforma DOL, a meno di un’ora dalla prevista scadenza del bando, e delle migliaia di domande caricate a sistema ma non ancora presentate, il Dipartimento, per permettere a tutti i giovani interessati di candidarsi, proroga di 48 ore la scadenza del bando del 21 dicembre 2020. Pertanto, sarà possibile presentare domanda fino alle ore 14:00 del 17 febbraio 2021.

Durante le 48 ore di proroga non sarà più possibile annullare la propria domanda per ripresentarne una nuova.

 

15 febbraio 2021

Avviso modalità selezioni

Le selezioni dei nostri progetti si svolgeranno in modalità on line su piattaforma Meet di Google a partire da Lunedì 1 Marzo. 

I candidati troveranno data e orario del proprio collegamento per svolgere il colloquio, visionando il calendario della sede per la quale hanno presentato domanda,  a partire dal 19 febbraio mattina. 

La presenza del candidato al colloquio on-line sarà verificata attraverso l’esibizione di un valido documento di identità e sarà registrata a sistema tramite una foto. Assicuratevi che la vostra connessione possa reggere il collegamento per circa 15/20 minuti che è il tempo della durata del colloquio di selezione. 

Eventuali gravi difficoltà a svolgerlo dovranno essere comunicate all’email segreteria@scusalesianisicilia.it entro mercoledì 24 febbraio.

Per collegarsi a Meet è necessario possedere un account Google ( e-mail …@gmail.com).

  • Se ti colleghi da pc con webcam integrata (opzione migliore) bisognerà copiare il link sulla barra degli indirizzi del browser di Google Chrome e premere tasto “invio”. Cliccare sul tasto “consenti” per consentire l’utilizzo del microfono e della webcam. Cliccare sul tasto “partecipa” e sarai ammesso al colloquio.
  • Se ti colleghi da smartphone bisogna scaricare l’app “Hangouts Meet” e una volta scaricata basta cliccare sul link inviato.

Come deve essere redatto il curriculum vitae?

È consentito caricare un solo file di tipo PDF, non protetto da password, con dimensione massima di 5MB. Dovrai scegliere il file sul tuo dispositivo premendo il tasto “Sfoglia” e poi allegarlo con il tasto “Allega”.

Il curriculum può essere redatto nel formato che si preferisce, non solo in quello europeo.

Il CV deve essere redatto sotto forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione e atto di notorietà. A tal fine, nella piattaforma DOL domanda on line, nella sezione “Titoli ed esperienze”, troverai la seguente dicitura: “Ai sensi e per gli effetti delle disposizioni contenute negli artt. 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.445 e consapevole delle conseguenze derivanti da dichiarazioni mendaci ai sensi dell’art. 76 del predetto D.P.R. n 445/2000, sotto la propria responsabilità allego il mio CV”.

Pertanto, l’assenza di tale frase nel testo del curriculum non costituisce causa di esclusione.

Inoltre, dal momento che la domanda di partecipazione al bando viene presentata attraverso un sistema che prevede l’identificazione del richiedente (attraverso il sistema SPID o con credenziali), l’eventuale assenza della firma a margine del curriculum non costituisce causa di esclusione. A margine del curriculum, inoltre, non è necessario allegare la carta d’identità e/o il codice fiscale.

Fonte